© CPS analitica - Milano 2021

... eWebinar

Agenda

Nel corso del webinar verranno affrontati e trattati i seguenti punti:

 

 • La tecnologia della fase ibrida: un’importantissima innovazione che, unita alla tecnica della micro fluidica, genera una particella con diametro “su misura”; questo fa sì che la fase non sia più fabbricata in vari diametri e poi vagliata e classificata nei diametri voluti, ma venga piuttosto “sintetizzata” nel formato voluto, aumentando e standardizzando la riproducibilità da lotto a lotto.

 

 • Le chimiche di superficie: perché la proposta di fasi C18 a 120 A o a 80 A e via via di tutte le selettività che una fase così tecnologica può offrire.

Verrà illustrato perché l’end-capped permetta di poter lavorare a pH molto acido, e perché invece per lavorare a pH basico sia necessario prendere in considerazione come la particella sia stata costruita.

 

 • Perché una fase senza end capped idrofilico è in grado di lavorare anche con il 100% di acqua.

 

 • Perché scegliere la fase Triart per le vostre applicazioni: un motivo su tutti.

La completa scalabilità dei diametri permette di passare da un’applicazione sviluppata con la Triart in HPLC ad una in UHPLC semplicemente cambiando le dimensioni della colonna e riparametrando il gradiente se necessario.

 

Questo e molto altro vi permetteranno alla fine della presentazione di rivalutare e riconsiderare le analisi in HPLC o UHPLC.

Colonne TRIART per HPLC
La storia del successo della fase ibrida di ultimissima generazione.

Giovedì 4 giugno 2020 - h. 14,30 - 15,00

Trainer Mattia Maiocchi - Product Manager

CPS analitica s.r.l. Via neera 8/a - 20141 Milano p.iva 01463800035